“Finché le stelle saranno in cielo” un romanzo singolare tra ricordi e ricette

Il cibo può essere anche un personaggio letterario molto  importane con  la capacità di “traghettare”  i ricordi attraverso il tempo: penso che  tramandare ricette della  famiglia sia di grande importanza per il vissuto di ognuno di noi.

La mia passione per la lettura mi ha portato così  a conoscere Kristin Harmel  ed il suo romanzo “Finché le stelle saranno in cielo”  un  caso editoriale rivelatosi nel mese di agosto e  conteso in tutto il mondo.

E’ una storia che, leggendo le recensioni e la critica più autorevole da

«La Harmel ci ha stregato.»  Publishers Weekly, a «Finalmente un’autrice in grado di toccare le corde più sensibili dell’animo umano.» Booklist  a «Una storia che illumina una delle pagine meno esplorate della storia contemporanea.» Goodreads, il più frequentato social network internazionale dei lettori, ci mostra la capacitá dell’autrice di guardare all’olocausto da una nuova angolazione.

La stessa Harmel si augura questo:” Spero che apprezzerete queste ricette. Alcune sono citate nel romanzo, altre sono semplicemente le mie preferite. E spero  che leggerete e amerete questo lungo racconto”.

 

 romanzo ricette stella.png

Allora ho ripensato al  piccolo mondo di quando ero bambina  e a Todi trascorrevo molta parte del mio tempo (che allora sembrava interminabile!!!) con il mangiare “buono e semplice” della nonna Lorenza.

 

nonna lorenza.jpg

 La crema della nonna

Avere il raffreddore o l’influenza, non era una cosa tanto negativa se specialmente capitava in casa di nonna Lorenza e nonno Francesco.  Ricordo ancora quella enorme ciotola  di crema fumante che la nonna preparava nella grande cucina sulla stufa nera di ghisa, sempre calda al punto giusto per qualsiasi manicaretto.

 Ero la più piccola di costituzione rispetto alla mia sorella gemella Donatella e a volte mi sentivo in minoranza. Però da “potta”  ammalata mi vendicavo attraverso le cure amorose della nonna e i  sintomi dell’influenza parevano meno forti.

 

 Crema pasticcera di Nonna  Lorenza

 

 

 

ECCO LA RICETTA

 

Per ¼ litro di crema


latte l 0,25

uova 1 tuorlo

scorzetta di limone a piacere

zucchero 1 cucchiaio colmo

farina 1 cucchiaio raso


COME SI FA???


In un piccolo tegame sbattere il tuorlo con lo zucchero e la farina. Aggiungere il latte solo quando gli altri ingredienti saranno bene amalgamati. Aggiungere la scorza di limone e portare ad ebollizione. Girare sempre in senso orario con un cucchiaio di legno. Quando inizia a bollire togliere dal fuoco. Versare in una coppetta. 

“Finché le stelle saranno in cielo” un romanzo singolare tra ricordi e ricetteultima modifica: 2012-09-07T10:21:00+00:00da simofunnygirl
Reposta per primo quest’articolo